Carta da parati: dalle caratteristiche alle tipologie

Ti stai preparando per la ristrutturazione della tua casa e vorresti optare per la carta da parati per i rivestimenti delle pareti? Scopri tutte le caratteristiche ed i vantaggi che offre questo materiale.

Caratteristiche e tipologie della carta da parati

 

Esistono varie tipologie di carta da parati che possono essere suddivise per:

 

  1. la tipologia di applicazione
  2. la tipologia di materiale
  3. le caratteristiche specifiche
  4. i motivi decorativi

Tipologia di applicazione della carta da parati

 

La carta da parati può essere:

 

  • Non incollata. Questa carta da parati non viene preparata con l’adesivo. Per questo motivo dovrai usare la colla per applicarla alla parete. Anche se il processo di incollaggio può essere delicato e complesso, è quello però che produce i risultati più duraturi.

 

  • Pre-incollata. Basta aggiungere dell’acqua e questa carta da parati è pronta per l’applicazione, non è richiesta alcuna pasta né colla. Anche se veloce e semplice, questo tipo di applicazione purtroppo non dura a lungo come gli altri.

 

  • Questa carta si comporta come se fosse un adesivo. Basta staccare il film di supporto ed applicarla al muro. Inoltre si rimuove e si sostituisce facilmente.

Materiale di produzione dei rivestimenti

 

La carta da parati può essere prodotta utilizzando diversi materiali. Può essere classificata come:

 

  • Questo è il tipo più comune di carta da parati perché è facile da applicare e da rimuovere. È la migliore soluzione per le aree umide e spesso è pre-incollata.

 

  • Con questa tipologia, i colori si possono mettere in mostra benissimo ma attenzione ai graffi e agli strappi perché questo materiale è il più delicato.

 

  • Tessuto: è considerata la carta da parati di più alta qualità. L’unico svantaggio? Si tratta di una carta difficile da appendere e di solito non viene neanche pre-incollata. Devi fare anche molta attenzione a levigare le bolle d’aria quando la applichi, in modo che il tessuto non formi delle “grinze”.

 

  • Panno d’erba. Carta da parati realizzata con fibre naturali, tra cui la tela d’erba, la canapa, la juta, la canna o la radice di freccia. Questo tipo di rivestimento per pareti regola bene l’umidità degli ambienti ed è un buon isolante termico ed acustico. Molto semplice da applicare.

Caratteristiche specifiche della carta da parati

 

La carta da parati può avere delle caratteristiche specifiche che la rendono adatta ai diversi ambienti della casa. Può essere:

 

  • L’ideale se hai dei bambini o degli animali in casa. Questo rivestimento può essere pulito facilmente dallo sporco e anche dai disegni dei bambini.

 

  • Resistente all’umidità. Si tratta della scelta migliore per i bagni e per le pareti della cucina perché non teme l’acqua.

 

  • Questa carta è spessa, con un disegno in rilievo per dare un po’ di consistenza in più. Può coprire i danni e le imperfezioni presenti sulle pareti e può essere facilmente dipinta con il colore che meglio si adatta al tuo stile.

Motivi di decorazione dei rivestimenti delle pareti

 

Quando sei indeciso su quale rivestimento per pareti scegliere, prova una carta da parati con una decorazione o un motivo geometrico. È un modo divertente per dare carattere a qualsiasi stanza. Esistono diverse tipologie di carta da parati in base ai motivi. Scopriamo insieme quali sono le tipologie di abbinamento decorativo dei rivestimenti in carta.

 

  • Abbinamento di motivi. Quando si applica la carta da parati fantasia, è necessario prestare attenzione a come la fantasia si ripete quando si mettono le strisce una accanto all’altra. Il termine ripetizione si riferisce alla distanza prima che il motivo si ripeta. Più grande è la ripetizione, più grande è il motivo.

 

  • Abbinamento casuale. Ideale per i principianti, la carta da parati con motivo casuale non ha bisogno di essere allineata e può essere appesa senza tener conto del motivo stesso.

 

  • Abbinamento dritto. Un po’ più complicato applicarla perfettamente, la carta da parati di questo tipo deve essere allineata verticalmente.

 

  • Abbinamento a goccia. Qui i disegni sono molto più complessi, sono connessi fra loro e richiedono l’allineamento del motivo sia in verticale che in orizzontale. Questo tipo di carta da parati è la più difficile da appendere, però garantisce risultati notevoli.

Carta da parati: consigli utili su come acquistarla

 

Prima di acquistare i rotoli di carta da parati è bene misurare attentamente l’altezza e la lunghezza di ogni parete al fine di determinare la metratura. In questo modo potrai evitare sprechi di materiale e di denaro, tenendo conto anche di porte e finestre che non vanno sottratte.

 

Una volta che hai stabilito la metratura complessiva della stanza, puoi calcolare quanti rotoli di carta da parati ti serviranno. Tieni presente che normalmente i rotoli rispettano le misure standard indicate dalla UE, cioè 0,53 mt. di altezza per 10,05 mt. di lunghezza. Queste misure, oltre a garantire inutili sprechi di materiale, permettono di coprire un’area di 5 metri quadrati.

 

In caso di dubbi, compra sempre un rotolo in più per tenere conto degli errori.

 

La carta da parati arriva in lotti. Non c’è garanzia che la carta da parati di due lotti diversi sia esattamente dello stesso colore, quindi acquistane un quantitativo in più dello stesso lotto, per eventuali contrattempi e riparazioni.

Come applicare la carta da parati

 

Applicare la carta da parati può sembrare difficile a prima vista, ma seguendo le nostre indicazioni potrai ottenere un risultato professionale.

 

  1. Rimuovi dal muro tutto ciò che è appeso: quadri, poster, plafoniere, borchie copri-interruttori.
  2. Pulisci la superficie di applicazione. La carta da parati non può aderire al grasso, allo sporco, alla vecchia carta da parati o alla vecchia vernice. Raschia via la vernice o la carta sfaldata. Se è presente della muffa, lava il muro con una miscela di candeggina ed acqua, risciacqua e lascia asciugare.
  3. Con lo stucco riempi tutti gli eventuali buchi e le crepe. Lascia asciugare e poi carteggia
  4. Se la carta da parati richiede acqua per essere applicata, togli l’elettricità in quella parte della casa per evitare incidenti.
  5. Usa un primer a base di olio e lascialo asciugare durante la notte. Questo aiuterà a rendere più facile l’applicazione della carta e ad evitare che si vedano le piccole imperfezioni.
  6. Stabilisci il punto di partenza: di solito si sceglie sempre quello più nascosto, come la parete nascosta dietro la porta. Mai partire dalla parete centrale!
  7. Traccia i segni di riferimento con filo a piombo. Assicurati che le strisce siano dritte e livellate. Misura dall’angolo da cui parti la larghezza della carta, sottraendo1,5 cm, segnalo con una matita, metti una livella sul segno e traccia una linea dritta e verticale. Ripeti questa operazione per tutto il perimetro della parete ogni volta che si raggiunge un angolo o si inizia una nuova parete. In questo modo potrai essere sicuro di applicare la carta correttamente.
  8. Taglia la carta da parati. La carta da parati deve essere tagliata per adattarsi alla lunghezza del muro. Misurare e tagliare il materiale dovrebbe essere fatto durante l’intero processo di applicazione, per ridurre al minimo gli sprechi e garantire la corrispondenza della fantasia se si utilizza la carta a motivi.
  9. Applica la striscia di carta. Prepara l’adesivo se necessario, poi, iniziando dal soffitto e lasciando almeno 5 cm sulla parte superiore e inferiore, applica la carta lentamente e con attenzione. Il materiale di rivestimento in eccesso, in alto e in basso, sarà rimosso in seguito.
  10. Usa una spazzola per carta da parati per far aderire bene la carta e rimuovere le bolle. Inizia sempre dal centro e lavora verso l’esterno.
  11. Assicurati di allineare perfettamente i bordi e di far combaciare le fantasie, se ce ne sono.
  12. Sigilla le giunte con un rullo. Pulisci la colla in eccesso con una spugna umida e rifinisci i bordi in alto ed in basso tagliando la carta in eccesso con una lama affilata.

 

La carta da parati non è indicata solo per le pareti ma puoi usarla anche per decorare i frontali dei cassetti o l’interno di uno scaffale. Dai libero sfogo alla tua creatività.

 

 

 

 

 

 

Rispondi